mercoledì 26 aprile 2017

CANI DI GUIDONIA. ABBIAMO IL NOME DEI PRESUNTI LADRI DI CANI

Tivoli (26 aprile 2017) - Abbiamo i nomi dei presunti ladri dei cani delle cave di Tivoli, sappiamo chi sono il proprietario del furgone e chi lo guidava la notte in cui presumibilmente sono spariti i cani. Si tratta di due cognati che in passato erano gia stati fermati per lo stesso problema con lo stesso furgone (Ford Transit modello vecchio con vistose stuccature sulla parte posteriore). Ora saranno ovviamente denunciati e dovranno dire dove sono finiti i cani spariti dalle cave di Tivoli e Guidonia che hanno sottratto notte tempo nel fine settimana, ma sopratutto dovranno dire se complice delle loro malefatte è il veterinario noto collaboratore di un noto gruppo di associazioni che nel centro Italia rastrellano cani per essere mandati in Germania.

martedì 25 aprile 2017

SCOMPARSI ALCUNI CANI DALLE CAVE DI TIVOLI E GUIDONIA

Guidonia ( 25 aprile 2017) - Una segnalazione ai carabinieri dei NAS del ministero della salute è stata inviata oggi dal presidente nazionale AIDAA Lorenzo CROCE in merito alla sparizione di una decina di cani randagi (ma alimentati e curati dai cittadini e dai volontari della stessa associazione) che vivono nella zona delle cave di Tivoli e Guidonia. Secondo quanto si è appreso i cani sarebbero scomparsi tra la serata di domenica 23 e le prime ore di lunedi 24 aprile quando nella zona di Via del Barco a Tivoli (a poche centinaia di metri dalle cave stesse) è stato visto un furgone ford transit blu già noto ai volontari per aver in passato raccolto dei cani dalla zona e poi scomparsi nel nulla (la cui targa ed il nome del proprietario sono gia stati segnalati ai carabinieri) dopo essere passati dalle mani di un noto veterinario romano che opera come catturatore professionista di cani per conto di associazioni che poi li trasferiscono in Germania e nei paesi del nord Europa facenti capo ad una cittadina di origine austriaca residente nel Lazio. I cani scomparsi sono tutti di taglia medio grande e questo fa pensare che per essere stati caricati di notte siano stati prima narcotizzati. "I cani randagi sono curati dai nostri volontari della zona- ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- ed ora ancora una volta ci troviamo di fronte a catture e spostamenti notturni di altri cani. La situazione è grave, i  trafficanti rubano i cani di notte per chipparli, sterilizzarli e poi trasferirli facendoseli pagare nei canili della Germania dove oltre che essere adottati possono anche essere dopo alcuni mesi utilizzati per la sperimentazione farmacologica, noi abbiamo fatto nomi e cognomi ai carabinieri che dovranno ora far luce sia sul fatto singolo, sia su questo traffico apparentemente regolare ma che in realtà nasconde un lucro molto forte sulla pelle degli animali"

MULTA PER LA PIPI' DEL CANE MA SBAGLIANO LA DATA DI NASCITA

Torri del Benaco (25 aprile 2017) - Ricorderete che nei giorni scorsi i vigili di Torre del Benaco hanno elevato una multa di 157 euro e spiccioli a un signore che a loro dire aveva fatto fare pipì ai cani davanti a un ristorante e poi se l'era data a gambe. Ovviamente come è stato dimostrato in piu occasioni le cose non sono affatto andate cosi, ma quello che ci preme sottolineare è chela multa riporta in almeno due situazioni diverse i dati del "trsgressore" che viene dato come nato nel 1973 mentre secondo quanto da lui dichiaratoci è nato un anno prima e vale a dire nel 1972. Di fatto quindi la multa è nulla. 
Oltre ad annusare questi vigili dovrebbero imparare anche a controllare l'anagrafica del comune. 

CANE A PASSEGGIO SUL DAVANZALE A ROMA (SALVATO)

(ANSA) - ROMA, 24 APR - Un cagnolino che passeggiava sul davanzale di un appartamento al quinto piano è stato salvato ieri pomeriggio dai vigili del fuoco nel quartiere Testaccio a Roma. I pompieri sono intervenuti con il supporto dell'autoscala e hanno gonfiato anche il materasso. Dopo vari tentativi lo yorkshire, che non voleva rientrare a casa, si è lasciato prendere da un giovane pompiere.

NEL 2016 INVESTITI 108 CICLISTI CON IL CANE AL SEGUITO.

Roma (25 aprile 2017) - Sono stati 108 i ciclisti investiti nel corso del 2016 mentre andavano in bicicletta trainati  dal cane al guinzaglio. Una pratica assolutamente inaccettabile quella di girare per le strade delle città in bicicletta lasciandosi spesso trainare dal cane al guinzaglio. Gli incidenti sono avvenuti prevalentemente in Lazio, Campania e Lombardia.I ciclisti che hanno dovuto far ricorso alle cure mediche sono stati 87, per fortuna nessuno morto, mentre i cani che hanno avuto ferite in seguito agli investimenti sono stati 54 di cui 3 deceduti. "Piurtroppo troppi ciclisti hanno il vizio di farsi trainare dal cane durante le loro passeggiate mattutine, in modo che il cane si stanchi prima- ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- si tratta di una prassi non solo sconsigliabile ma da evitare assolutamente per il bene del cane senza contare che molti portano il cane a spasso sulle strade e non solo sulle piste ciclabili con i risultati che tutti conosciamo".

NON SOLO AGNELLI...MA ANCHE MAIALINI DA LATTE

Sono almeno mezzo milione i maialini da latte che ogni anno vengono sterminati per soddisfare la bieca voglia di cibo degli umani. In particolare questi maialini vengono uccisi in tenerissima età, entro i primi due mesi di vita. AIDAA stà studiando una campagna per denunciare il massacro di questi cuccioli che vanno a fare il paio con gli agnelli nelle feste pasquali, in particolare i maialini da latte vengono uccisi in Sardegna e Toscana. 

RIETI. CANI E CUCCIOLI MORTI AL SANITARIO. (foto)

Queste fotografie sono state fatte all'interno del canile sanitario di Rieti e risalgono a circa sei mesi fa. Quelli che vediamo sono cani e cuccioli morti,nello stesso canile dove nei giorni scorsi è morto per mancanza di cure il cane di cui abbiamo scritto nel post che trovate qui sotto. Ora non vogliamo qui dare colpe o sentenze,non è nostro compito,ma questa vicenda merita un giusto approfondimento ed è quello che faremo. Se si tratta di casualità lo scriveremo, ma se come crediamo si tratta di negligenza criminale andremo fino in fondo. sapendo che non siamo soli.